L’ “aura” nel Marketing (…cioè dalla Digital alla ‘Sensorial’ Reputation)…

Pensate a una Chiesa o a una Moschea; l’atmosfera, la quiete, gli odori ed i suoni caratterizzano significativamente l’ambiente; anche a occhi chiusi capite di essere in un posto molto particolare.

Il concetto a cui mi riferisco si può chiamare “aura”: è quella sorta di energia che i luoghi e – perché no –anche i prodotti emanano (usiamo il Marketing come chiave di interpretazione); facile da percepire, difficile da descrivere e contestualizzare.

Caro Direttore Marketing/Vendite, perché i tuoi negozi (ed anche i tuoi uffici, perché no ?), quelli che abitualmente frequentiamo, non hanno un’aura potente come quella di una Chiesa/Moschea ? E soprattutto, perché i tuoi prodotti raramente trasmettono qualcosa di mistico, qualcosa che parli alla nostra anima passando attraverso i nostri sensi ?

Facciamo l’esempio di un prodotto dotato di aura.

Pensate all’iPod: non ci sono loghi, men che meno appare in bella vista la scritta Apple, eppure l’aggeggio è riconoscibilissimo ed unico. Apple è riuscita a passare dall’utilizzo di un classico “segnale” diretto, la mela, all’utilizzo di più segnali indiretti (la forma, il colore, lo stile ed il design, eccetera) che contribuiscono a creare efficacemente l’aura.

…gran esempio, veramente da manuale !

Caro Direttore Marketing/Vendite, è proprio l’aura che riesce a parlare al subconscio del tuo (potenziale) Cliente, ed il risultato è di gran lunga molto più potente di una campagna di spot TV in prima serata.

Perché ciò ?

Perché lo stimolo ad effettuare un acquisto che proviene dal subconscio è molto più forte di quello che proviene dalla parte razionale del nostro cervello.

Cosa ne pensate ? Quali prodotti, quali negozi sono secondo voi dotati di aura ?

Andy Cavallini (andy.cavallini@tin.it)

2 risposte a “L’ “aura” nel Marketing (…cioè dalla Digital alla ‘Sensorial’ Reputation)…

  1. Di getto!
    se dovessi pensare a un prodotto come Ipod, cioè senza odori, profumi, atmosfera etc, ovvero a qualcosa che riconduco solo se apro gli occhi (per far vedere anche il subconscio), l’automotive insegna.
    Ciao

  2. E’ vero, per le auto di fascia piuttosto alta, come Mercedes e Porsche.
    Però le concessionarie di queste marche non sono all’altezza, potrebbero fare meglio.
    Audi si è impegnata parecchio, in tal senso.

    Grazie per il commento,

    Andy Cavallini

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...